Le News

Luca Rigoldi vs Oleksandr Yegorov

In evidenza

La Foto del Giorno

Monia Merlo

Realizzato negli anni 1930 all'interno dell'allora Foro Mussolini su progetto dell'architetto ed ingegnere Costantino Costantini, incarnò perfettamente i dettami del monumentalismo, seppure nell'opera vi siano chiari elementi di ricerca della funzione razionalista. Dopo la seconda guerra mondiale fu ampliato, in occasione dei giochi olimpici di Roma 1960, attraverso la costruzione dello Stadio olimpico del nuoto, su progetto degli architetti Enrico Del Debbio ed Annibale Vitellozzi e dagli ingegneri Musumeci e Morandi. Lo stadio, struttura completamente all'aperto, inaugurato nel 1959 con un torneo internazionale di nuoto, pallanuoto e tuffi,[1] fu dotato di 2 vasche e di vari servizi annessi (docce, ristoranti, area per passeggiate). In previsione delle gare olimpiche, lo stadio venne dotato di un grande quadro elettrico luminoso per la segnalazione dei risultati, di un sistema di cronometraggio elettrico a frazione di secondo e di un sistema elettrico per le votazioni dei giudici, considerate innovative per l'epoca. Restaurato una prima volta in occasione dei campionati europei di nuoto del 1983, nel 1994 fu ulteriormente ristrutturato e ampliato per i campionati mondiali di nuoto. Nel 2000 il polo natatorio fu ulteriormente ampliato mediante la realizzazione di una nuova piscina all'aperto adibita esclusivamente alla pallanuoto (dimensioni 33m x 25m). Nel 2009 è stato, per la seconda volta, sede dei campionati mondiali di nuoto.


Il complesso del Foro Italico è composto da:
    Stadio Olimpico del Nuoto, progettato in occasione dei giochi olimpici di Roma 1960, inaugurato nel 1959. Comprende una vasca scoperta da 50 metri, dotata di due tribune la cui capienza complessiva è di circa 12.000 spettatori e una vasca scoperta per i tuffi
    Vasca 33 metri x 25 metri, scoperta d'estate e coperta di inverno, viene utilizzata per incontri ufficiali e allenamenti di pallanuoto
    Vasca scoperta da 25 metri
    Piscina pensile, una vasca coperta da 25 metri posizionata in un corridoio tra due edifici, sospesa da terra
    Vasca coperta da 50 metri, con trampolino e piattaforma per i tuffi. Può ospitare fino a 2.000 persone ed è ornata con pregevoli mosaici lungo le pareti ed il bordo vasca. È attualmente utilizzata per gare ufficiali di pallanuoto, nonché come vasca di allenamenti per nuoto, pallanuoto e tuffi

Tratto da Wikipedia